martedì 4 settembre 2012

I test di tossicità che abbiamo utilizzato per decenni sono semplicemente cattiva scienza.










'I test di tossicità che abbiamo utilizzato per decenni sono semplicemente 


cattiva scienza. Oggi abbiamo l’opportunità di incominciare da zero e di 


sviluppare dei test basati su prove evidenti, che forniscono una reale 


opportunità per la 

tossicologia di diventare infine una scienza rispettabile.'

- 'E’ stata riconosciuta la cattiva qualità della maggior parte dei test su animali, 

che non sono mai stati sottoposti ai rigori della validazione oggi imposta ai 

metodi alternativi in vitro. La maggior parte dei test su animali sovrastimano o

sottostimano la tossicità, o semplicemente non sono in grado di fornire dati 

precisi sulla tossicità riferita all’uomo (il 75% dei test su animali vengono fatti 


per prove di tossicologia, ndr)'.



- 'I test di tossicologia embrionale fatti su animali non sono affidabili per la 

previsione nell’uomo: quando scopriamo che il cortisone è tossico per gli 

embrioni di tutte le specie testate, eccetto quella umana, cosa dobbiamo fare?'



-' La sperimentazione su animali consente alle industrie di ottenere qualsiasi 

risposta desiderino (cambiando la specie animale usata) e di evitare la 

responsabilità civile sostenendo che il modello animale non consente "la 


certezza della prova''.'



Marcia Angell, medico specializzato in medicina interna e patologia, è stata 

direttrice del ''The New England Journal of Medicine'',una delle riviste mediche 

più prestigiose al mondo. In campo sanitario è un’autorità:


 'Bugie, corruzione e speculazioni che sono alla base del business più remunerativo del mondo, giocato sulla salute delle persone...'



Dichiarazione di Dott. Vernon Coleman, Royal Society of Medicine:

'Molti vivisettori continuano ad affermare che ciò che fanno aiuta a salvare 

delle vite umane. Ma stanno mentendo. La verità è che gli esperimenti sugli 


animali uccidono le persone, e chi effettua esperimenti sugli animali è 




responsabile della morte di migliaia di uomini, donne e bambini ogni anno.'


British Medical Journal, nel numero 328:

'Gran parte delle ricerche condotte su animali per cure che dovrebbero essere 

applicate agli uomini, sono sprecate perché condotte in maniera inadeguata e 

perché non vengono valutate attraverso verifiche sistematiche.'





Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.